Test HIV

Test HIV

La diagnosi di infezione da HIV si basa principalmente sulla ricerca di anticorpi specifici nel sangue.

L’organismo umano reagisce al contagio con qualsiasi tipo di virus sviluppando speciali molecole per tentare di debellarlo. Gli anticorpi anti-HIV compaiono a seguito del contagio con il virus HIV. Pur non essendo in grado di sconfiggere il virus, ne segnalano la presenza nell’organismo (infezione).

Questi anticorpi iniziano a svilupparsi in media dopo 1 – 3 mesi dal momento del contagio. In rari casi, tuttavia, non è possibile ottenerne il riscontro certo fino a 6 mesi dal contagio.

Viene definito “periodo finestra” l’intervallo di tempo durante il quale un soggetto che ha contratto il virus HIV non ha ancora sviluppato gli anticorpi anti-HIV. Durante il periodo finestra, la persona contagiata dal virus risulta negativa al test HIV.

Una persona contagiata può trasmettere il virus anche durante il periodo finestra, durante il quale cioè risulta sieronegativa (esito negativo del test HIV). Nonostante non sia individuabile con le analisi del sangue, il virus è infatti presente nei liquidi biologici dell’organismo contagiato e può quindi essere trasmesso ad altre persone.

Si definisce sieropositivo a HIV un individuo che ha sviluppato gli anticorpi anti-HIV e risulta positivo al test HIV.